domenica 26 maggio 2013

Pasta al fornetto


Questa ricetta è un classico in casa mia. Sin da piccola l'ho mangiata cucinata da mia nonna, da mia zia, da mia mamma... E ogni volta finisco per mangiarne giusto due o tre porzioni.

Il nome del piatto viene dal fatto che  a casa mia si usa cucinarla dentro un fornetto, che io ovviamente non ho. Mia mamma la cuoce anche in un wok coperto, io ho usato il forno standard. Il risultato varia un po', dato che cuocendola nel fornetto sul fondo si forma una "crosticina" deliziosa, ma anche al forno il risultato è ottimo.



Ho provato a cucinarla oggi per la prima volta, e posso dire che è una ricetta infallibile. Sono andata un po' ad occhio e quando l'ho assaggiata ho detto "è proprio come quella della mia mamma!"





La preparazione è (ormai l'avrete intuito) molto veloce. Vi dirò di più, se  volete cucinare questa pasta per un buon pranzettino della domenica e non avete alcuna intenzione di alzarvi prima di mezzogiorno potete tranquillamente prepararla la sera prima e metterla in frigo. Così quando vi sarete alzate non vi resterà che infornarla.

Pasta al fornetto



Ingredienti
(per 2 persone molto affamate/
per 3 persone con una fame normale/
per 4 persone a dieta)

250g di pasta (io ho scelto pennette integrali)
15 pomodorini
1 cucchiaio di capperi
3 cucchiai di olive snocciolate
200g di mozzarella
1 cucchiaio (scarso) di olio
origano

Preparazione

Mettete a bollire l'acqua della pasta.

Nel frattempo tritate grossolanamente la mozzarella e tagliate i pomodorini in quarti.

Sciacquate i capperi e le olive, tritate anche questi grossolonamente.

Cuocete la pasta, ma scolatela molto al dente. E quando dico molto al dente, intendo che dev'essere quasi cruda. Le mie pennette avevano un tempo di cottura di nove minuti, io le ho scolate dopo cinque.

Passate la pasta scolata sotto l'acqua fredda per fermarne la cottura.

In un contenitore capiente unite alla pasta tutti gli ingredienti precedentemente preparati, aggiungete l'olio e l'origano a piacere. Potete condire la pasta direttamente nella pirofila che userete per la cottura per risparmiarvi di lavare un altro contenitore.

Coprite con della stagnola e infornate nel forno precedemente riscaldato a 180°. Cuocete coperto per circa 20 minuti, poi rimuovete la stagnola e cuocete per altri 5-10 minuti. Io preferisco usare il grill per gli ultimi cinque minui di cottura.

Servite. Mangiate. Poi fate finta di niente e prendetene una seconda porzione.


Forse avrete notato che non c'è sale tra gli ingredienti, trovo che i capperi e le olive diano alla ricetta la giusta quantità di sale. Io poi avevo anche dimenticato di salare la pasta e nessuno se n'è accorto. A prova di domenica mattina!

Nessun commento:

Posta un commento